xargs

No, non è una parolaccia. xargs è un comando dei sistemi Unix-like (si tratta di un comando shell) che si presta a notevoli applicazioni per risparmiare tempo e codice. In particolare questo comando permette di passare un notevole numero di argomenti ad un comando.
Il punto in cui è imbattibile poi è quando lavora in coppia con il comando find. Esempio:
find . -name '*.txt' | xargs tar cvf text.tar $1
Questa riga di codice ti permette di comprimere in un file tutti i file di testo contenuti da una certa directory in poi. Mica male per una riga scarsa, no?
Per chi non avesse capito quanto sopra significa:
find . -name '*.txt' trova tutti i file di testo (txt)
e ridirigi l’output del comando ( | ) sul comando xargs (il quale prende l’uscita e la posiziona nella variabile $1). A questo punto il comando di tar cvf text.tar $1 non fa che comprimere il tutto.

E’ il tipico comando che ti fa rimpiangere la console quando devi lavorare su windows. 😉

Annunci

Ati Driver 7.12 su Mobility Radeon x600

C’è voluto tanto sudore e stridore di denti ma alla fine sono riuscito a far andare compiz sul mio portatile senza il supporto di quel macigno di xgl. Lo so, di guide ce ne sono parecchie e valide ma sempre ho avuto problemi. Cominciavo ad odiare quel dannato responso del comando fglrxinfo che mi dava sempre e solo i driver mesa. Ad ogni modo ora ce l’ho fatta ed è dunque meglio che mi scriva il “come”, per non dimenticarmelo. Si tratta al 95% della guida del sito ufficiale, con una piccola modifica tipica di questa ultima versione. Ma andiamo con ordine.

Leggi il resto dell’articolo

Problemi avvio Ubuntu Gutsy

Oramai tre settimane fa ho compiuto l’upgrade ad ubuntu Gutsy. La cosa non era andata a buon fine bloccandosi intorno al 80% e restituendo vari errori. Non avendo l’adsl a casa e non avendo più tempo per passare dai miei ad aggiornare ho deciso di aspettare che mi arrivasse (finalmente) a casa per risolvere i problemi.

Problemi che non erano indifferenti. L’ultimo kernel non mi faceva partire il pc restituendo sempre un errore del tipo Device lookup failed con un numero crescente. Insomma, non si avviava l’ambiente desktop e neppure la shell. Utilizzando il precedente kernel invece si avviava ma era lento e ferraginoso.

Ho cominciato da quest’ultimo problema disinstallando alcune cose che potevano crearmi problemi a partire da qualche pacchetto non ufficiale per proseguire con i driver video e xgl ( sudo apt-get remove xserver-xgl ). A questo punto il mio gnome è tornato a girare decentemente ma rimaneva il problema kernel.

Dopo un po’ di google ho trovato la soluzione. Pare che evms dia problemi. Che cosa sia poi evms non ne ho idea (a parte il nome che starebbe per enterprice volume management system ).Beh, sudo apt-get remove evms ed il problema si è risolto.

Troppi problemini per un semplice upgrade… daltronde avevo sentito parlare di una release al di sotto delle aspettative… beh, vediamo come procede. Ora vediamo se funzionano i nuovi driver ATI!

STORICO! Finalmente ATI-COMPIZ

Notiziona

Forse però è meglio aspettare un attimo a gioire…prima devo provare!!! E quindi aspettare fino a domani….

TELECOM TI ODIO.

GUTSY GIBBON is ALIVE!!

GUTSY GIBBONS

Devo dire altro?

Ancora qualche giorno per non incasinare la rete e, sempre sperando che prima o poi mi arrivi internet, il fatidico gksudo update-manager -c -d farà il suo corso 😉

Windows XP Ubuntu Style

Al lavoro, come la maggioranza di noi Utonti, mi tocca utilizzare windows. Colto da bisogno di sentirmi più “a casa” e avendo un momento di vuoto lavorativo mi sono messo a smanettare un attimo ed ho trovato come poter rendere “ubuntico” il mio sistema proprietario. Leggi il resto dell’articolo

Sun + IBM = ??

Leggendo qui e la mi sono imbattuto in questa notizia: IBM e Sun hanno stretto un accordo per montare il futuro SO open source di Sun (OpenSolaris) sulle macchine IBM. Ciò lascia intravedere panorami interessanti. Sun sta facendo diversi passi, uno dopo l’altro verso un nuovo sistema di concepire l’informatica. Separare l’hw dal sw, aprire java e derivati ed infine aprire anche il sistema operativo Solaris. Ne ha guadagnato con un maggior utilizzo e sostegno da parte della comunità e forse potremmo vedere di nuovo un SO Sun competitivo. Qualcuno vede addirittura fusioni con altri progetti: addirittura Ubuntu. Sinceramente non so se sia una prospettiva allettante o meno, d’altronde è recente la discussione se molte distribuzioni creino valore o perdano di comprensione. Ubuntu è attualmente, a mio parere, la migliore distribuzione per un utente medio: semplice, compatta e allo stesso tempo potente. Sun mi ha sempre affascinato per la sua storia anche se le vecchie macchine che giravano all’università erano veramente lente e vecchiotte. Staremo a vedere.