Gattopardo

Perchè tutto resti com’è bisogna che tutto cambi

Non so se la famosa frase del gattopardo possa riferirsi alla mia nuova situazione. Gli ultimi due mesi sono stati infarciti di avvenimenti importanti che in qualche modo hanno cambiato qualcosa nella mia vita. In primis il matrimonio: è stata una giornata splendida passata in un posto splendido ed assieme ad un sacco di persone ancor più splendide. Tra me e “mia moglie” (terminologia che fa ancora un po’ effetto) non dovrebbe essere cambiato molto visti gli otto anni insieme ma soprattutto l’anno di convivenza. Invece qualcosa è cambiato: si tratta di sfumature, di piccole cose quasi indistinguibili ma che danno alla nostra vita un gusto diverso. Grossomodo sta nella differenza tra 1+1 e 2.

Poi il mese e mezzo di vacanza a seguire, tra america ed italia, rivivere la vita quotidiana dopo un anno praticamente ininterrotto di peregrinaggi vari. Cose che possono sembrare scontate come andare a comprare del pane o fare un giro in bici fino al lago oppure preparare una cenetta di una certa complessità. Poi però cominci ad aver voglia di tornare a lavorare (strano ma vero il lavoro dà dipendenza) quantomeno per fare qualcosa di “utile”.

Infine un acquisto di una certa importanza, che ha definitivamente prosciugato i tutti i fondi raccolti nella mia vita: una macchina nuova, spettacolare ed incredibilmente verde. Ebbene si, ho preso una prius! Si tratta di un’auto del tutto particolare, ma ne parlerò dettagliatamente in un prossimo post. 😉

Advertisements

One Response to Gattopardo

  1. VoxNova says:

    Beh, dai, sono contento che ti stia andando bene.
    Comunque, anche se la Lega nei sondaggi sta crescendo ulteriormente, non serviva che tingessi la macchina di padano 🙂 !

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: