Dalla parte sbagliata

Il nostro paese è ormai sommerso dalla ‘monnezza e tutto va al rovescio.

Mastella indagato assieme a tutto il suo partito-famiglia attacca la magistratura e TUTTI bipartisan gli danno ragione. Gli danno ragione tutti i condannati i prescritti ed i mariti di condannate. Una volta i magistrati li facevano saltare in aria, ora li “uccidono” direttamente in parlamento.

Il papa codardo evita di essere subissato di proteste e tutti lo difendono senza pensare che nessuno gli ha impedito di andare a prendersi i pomodori addosso. Qualcun’altro (quello prima di lui ad esempio) ci sarebbe andato lo stesso e avrebbe avuto l’ammirazione della nazione intera. Invece ora lui se la gode per il successo ottenuto per colpa di quattro c…..

Che skifo!

6 Responses to Dalla parte sbagliata

  1. VoxNova scrive:

    Non capisco, però perchè te la prenda tanto con il Santo Padre quando tu stesso ammetti che la colpa di detta “frittata” è di “quattro c….”.
    Poni allora che ci fosse veramente andato e ammettiamo per puro senso di discussione che si sarebbero verificati anche dei disordini, sinceramente la penseresti proprio così? A cuor leggero ti sentiresti veramente di dire che il Papa non avrebbe dovuto tener conto di questa eventualità? Ti ricordo che allora anche il suo predecesseore fu più di qualche volta “codardo”.
    Stammi bene.

  2. mikyjpeg scrive:

    Io penso, come dici tu “a cuor leggero”, che avrebbe dovuto andarci. E avrei sperato in una grande contestazione pacifica. Eventuali disordini? certo, è possibile, visto che la madre degli imbecilli è sempre incinta, ma penso che chi si “affidava alla provvidenza” non si preoccupava neanche della propria vita, figurati di qualche disordine. Non sarebbe certamente stato un martirio. Certo, tale linea di condotta è rischiosa ma se la suggeriscono a noi peccatori non vedo perchè non la debbano seguire anche loro.
    L’attuale papa invece è molto meno “dritto” e ben più astuto, ha visto che i tempi sono maturi per una deriva anti-laicista ed ha avuto così il suo trionfo personale nella giornata di oggi. E, sinceramente, sono preoccupato per il domani.
    Quanto a Giovanni Paolo II non è stato certo l’uomo infallibile che ci hanno propinato alla sua morte. Ha avuto grandi meriti ma anche demeriti, però è stato un uomo che ha sempre difeso le sue idee senza preoccuparsi troppo delle critiche.

  3. VoxNova scrive:

    Quest’ultimo aspetto è proprio anche di Benedetto XVI. Aldilà della “astuta” rinuncia, non mi pare che retroceda su ciò in cui crede. Magari non puoi condividere le sue idee ma certo non puoi negare che Egli non le difenda.

  4. mikyjpeg scrive:

    Mah, vedi, è facile difendere le tue idee tra i tuoi sostenitori. Meno lo è se c’è qualcuno che ti contesta o magari che ti pone delle domande. Lo si vede chiaramente anche nella nostra politica dove molti preferiscono i comizi ai dibattiti e si fanno invitare solo se nessuno gli fa domande. E poi a differenza di altri paesi qui di domande non se ne fanno mai.
    Il fatto che la chiesa non accetti domande e men che meno contestazioni sulle proprie posizioni è il motivo principale del mio allontanamento dalla stessa dopo quasi vent’anni di onorato servizio.

  5. mikyjpeg scrive:

    Mai dimostrazione fu più chiara. La cei, per parola di Bargnasco, lancia l’attacco allo stato laico. Manca solo la “discesa in campo”.
    Dopodichè si reinstaura la santa inquisizione?😉

  6. mikyjpeg scrive:

    Siamo al paese delle banane. Cuffaro si dimette non per la condanna ma per i cannoli…..

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: