Può un nero diventare presidente degli USA?

L’America se n’è andata a letto con questa domanda dopo che Barack Obama ha vinto i caucus dell’Iowa. Strano paese gli stati uniti. Sono più di duecento milioni distribuiti in cinquanta stati, eppure tutti i giornali parlano dei risultati di questo piccolo stato contadino di appena tre milioni di abitanti come se fosse decisivo per le sorti del paese. Strano anche il sistema di voto, quasi bizzarro ma sicuramente affascinante: prima di votare si discute e si cerca di convincere gli indecisi ma anche gli avversari. Che questa sia la democrazia? Sempre opinabile dato che poi nella realtà non sono eletti i candidati ma bensì dei delegati che poi li sosterranno (se fossimo in italia sai che bei cambi di schieramento post elezioni??). Ad ogni modo torniamo alla domanda che dà il titolo al post: sono pronti gli americani ad eleggere un presidente nero? Per i giovani (i primi elettori del giovane senatore) parrebbe di si, ma l’america è grande e nel profondo sud il bianchismo è ancora ben radicato. Ma il dubbio è: se fosse realmente eletto a candidato democratico, TUTTI i democratici lo seguirebbero? Forse no. Eppure il progetto di Obama sembra innovativo, quasi kennediano:

“Il tempo del cambiamento è arrivato: sarò il presidente che riporterà a casa i soldati dall’Iraq, che garantirà la sanità a tutti gli americani e metterà fine ai regali fiscali alle grandi multinazionali”

Sinceramente la vedo dura. Andare contro le multinazionali in america è come andare contro i cattolici in Italia. E’ stato interessante stare a casa dei miei zii americani lo scorso anno: i miei cugini sono schierati interamente per Obama mentre mio zio, non dico che lo vede come il diavolo, però è parecchio contrario. Ma sostiene che gli americani potrebbero eleggere perfino un nero piuttosto di eleggere una donna. Strano paese gli stati uniti.

Annunci

3 Responses to Può un nero diventare presidente degli USA?

  1. VoxNova says:

    La risposta è si, senza dubbio. Non ci sarebbe niente di male.

  2. Flo Lex says:

    Effettivamente vediamo la corsa tra due “generi” (passatemi il termine) veramente particolari per gli Stati Uniti: da una parte un candidato di colore, mentre dall’altra un candidato donna.

    Scusatemi se utilizzo una frase fatta ma, se dovesse vincere uno dei 2, saremmo di fronte ad un bel cambiamento in U.S.A….

    …forse più se vincesse Obama che non la Clinton (di cui sappiamo bene chi è il marito)…

  3. mikyjpeg says:

    Sicuramente non ci sarebbe niente di male, bisogna vedere se sono pronti.
    x Flo: lo sanno bene anche loro visto che è stato uno dei periodi di maggior benessere nella storia americana. Difatti mi ha un po’ stupito la batosta dell’Iowa. Vedremo oggi con il New Hampshire. Ad ogni modo sono sicuramente più avanti di noi che ci battiamo per settantenni senza futuro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: