Vita di un consulente IT

Eccomi a Milano. Con più di mezza settimana di lavoro alle spalle si può trarre qualche conclusione: l’appartamento non era male (a parte una piccola incomprensione iniziale con la donna delle pulizie che cmq mi ha fruttato una cena aggratis) ma visto che dicembre ha troppi pochi giorni lavorativi l’ho lasciato ieri (a fine contratto) per trasferirmi in albergo (BestWestern 4 stelle). Diciamo che per quanto l’appartamento non fosse male ora sto decisamente meglio e dato che ho appena cominciato ci vorrà un po’ per stufarmi. L’unica cosa sono le cene solitarie al ristorante. Si vede che qui a Milano si ragiona in maniera differente: tu ordini una cosa ed inoltre ti portano l’antipasto (e la prima sera anche dei dolciumi post-cena). A parte quello la città è piuttosto caotica ma non troppo: più che altro ci sono mega ingorghi nelle ore di punta, ma per il resto mi sembra normale. E si che non sarebbe neppure strutturata male visto che gli stradoni sono grandi ed hanno al centro due corsie per i tram. Evidentemente sono in troppi 😉

Il lavoro ha proceduto un po’ a tentoni essendo i miei due colleghi più tecnici impegnati ad un corso. Della serie “questa è la cloche, fatti un volo”. Quindi abbastanza panico, stridore di denti e testate contro il muro. Ieri però sono riuscito ad installare quel che dovevo installare dopo furiose sessioni di battitura sulla tastiera e rifacimenti vari. Insomma un po’ come andare all’inferno e risalir a veder le stelle. Posso ora comunque dire di saper fare qualcosina. E da com’era partita non è poco!

Advertisements

2 Responses to Vita di un consulente IT

  1. lisa says:

    Sei a Milano e non sei ancora riusciuto a trovare due biglietti per il 25 giugno!

  2. VoxNova says:

    L’importante è che tu tenga sempre in mente la “storiella” 😎

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: