Quando lo sport è gestito da incompetenti

Nella mattutina lettura del mondo web sono incappato da questa notizia. Ora, che le politiche dell’Inter siano sempre state piuttosto lontane da una corretta gestione sportiva è ben chiaro, quantomeno da quando vige la gestione petrolifera della società: miliardi buttati, giocatori rovinati da scelte incomprensibili e da staff medici non sempre all’altezza, gestione quasi paternale dei giocatori e manie assurde sempre assecondate perchè tanto se i conti non tornano c’è qualcuno in federazione che ti para il sedere. Che poi questo avvenga anche altrove e pure in altri sport è comunque vero. Io stesso ho assistito a partite di basket con punteggi allucinanti nelle categorie giovanili (un 198-8 che definirei delinquenziale).

Se si parla di professionisti è un conto, ma quando si parla di ragazzini che vogliono solo giocare è un crimine. Perchè fino ad una certa età non si parla di sport o di tecnica ma di GIOCO. E chi mortifica il gioco per motivazioni personali dovrebbe essere allontanato dalle federazioni. I tecnici di questa squadra dicono sono ragazzi, vogliono vincere, non sappiamo fermarli e comunque negli ultimi 18 minuti non abbiamo più segnato. Puttanate. Io alleno e so benissimo come far giocare i miei ragazzini. Ho avuto un’ottima squadra in passato e quando ci capitavano partite del genere si sa benissimo cosa fare: si dice ai propri ragazzi di giocare in determinati modi, di provare alcune cose più difficili giocate in allenamento, ci si diverte. Nel basket ad esempio li faccio giocare senza palleggiare, oppure difendendo solo da centro campo, oppure senza contropiede o altro ancora. Mi ricordo di un mio giocatore che preso un rimbalzo in difesa contro una squadra molto in difficoltà diede letteralmente la palla al ragazzino avversario lasciandolo segnare un canestro. E mentre tornava in difesa esultava come se stessero vincendo. Perchè un punto vale molto per qualsiasi ragazzino.

Eppure ci sono dei cretini che pensano che vincere di punteggi elevati faccia belli nei confronti della società e quindi massacrano lo sport ed il gioco.  E non lasciano segnare nessuno in nessun caso. Piuttosto li falciano.

Mi domando quanti di questi ragazzini del Pergocrema lascierà il calcio o forse lo sport dopo questa sconcezza?

Complimenti ai “campioni” d’Italia.

Advertisements

6 Responses to Quando lo sport è gestito da incompetenti

  1. flolex says:

    Premetto che sono interista,

    lo sono da sempre, dichiaratamente, anche da prima che cominciasse questo “periodo favorevole”.

    Che il 40-0 sia stato una umigliazione è SENZA DUBBIO anche la mia impressione! Qui però mio avviso non è da colpevolizzare e fare polemica contro l’Inter, come Miky ha fatto (anche in modo tale da propiziare un mio commento, a mio avviso), ma più che altro contro l’allenatore!
    Non èdeve essere colpevolizzata la bandiera, ma il gesto!
    Penso che saremmo comunque qui a discutere di questo fatto se quel risultato lo avesse fatto un’altra squadra, giusto?

    Sul fatto che a quell’eta lo SPORT debba essere sinonimo di GIOCO, DIVERTIMENTO E RISPETTO, ovviamente sono PIENAMENTE d’accordo….

  2. mikyjpeg says:

    Certo, saremmo qui a discuterne ugualmente. C’è un però. Da una squadra che vuole dichiaratamente essere un esempio, che ha scuole di calcio un po’ ovunque e che ha lo scudetto appuntato sulla maglia ci si aspetterebbe qualcosa in più.
    Oltre a ciò potrebbe essere solo un caso il collegamento coi fatti di cui accennati sopra ma sai com’è, uno valuta da quel che vede. E da osservatore esterno di calcio quello che vedo di questa squadra è quello di cui sopra. Motivo per cui non ho mai neppure simpatizzato per essa, come per altre (Milan su tutte per altri motivi e NON solo squisitamente politici). Puoi colpevolizzare l’allenatore, ma l’allenatore il più delle volte lavora con l’appoggio della società. Tornando al basket, perchè lo conosco meglio, le squadre che fanno cose del genere fatalità sono sempre le stesse nonostante gli allenatori cambino.

  3. giacomo says:

    poveretti… mi sorprendo che moratti non abbia affittato un pullman a sbandierare in piazza duomo!

  4. markus14 says:

    Anche io sono interista e non colpevolizzo la società ma l’allenatore.
    Il problema semmai imputabile all’Inter è che ha una squadra di fenomeni di 13 anni (italiani) ed una squadra in serie A che gioca quasi sempre con 11 stranieri in campo. Non sono certo dei geni nel trattenere i giovani del vivaio 😉

  5. flolex says:

    Non posso che appoggiare in pieno quanto detto da Marco!!! 😀

  6. mikyjpeg says:

    Altro sintomo di cattiva gestione direi….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: