Un giorno dopo, 10000 km piu’ in la’, un nuovo mondo

Eccoci, all’alba di un nuovo giorno. Ebbene si, siamo vivi! Il volo e’ andato molto bene, abbiamo tutti i bagagli e non abbiamo perso niente. Ma andiamo con ordine:
il volo Venezia->New York (di durata 9h35m) e’ andato alla grande: la Delta Airlines si e’ dimostrata un’ottima compagnia, hostess gentili che continuavano a passare e perfino il cibo (pranzo, snack e merenda pomeridiana) era piu’ che mangiabile. Non ci siamo neanche annoiati piu’ di tanto. In particolare l’atterraggio sul JFK di NY e’ stato spettacolare con vista sulla citta’ (oltre ad essere uno degli atterraggi meglio riusciti di quelli che ho fatto fin’ora). Il JFK e’ enorme con 9 terminal separati tra loro. L’immigrazione e la dogana si sono dimostrati una bazzeccola, in confronto a quanto ci aspettavamo: in 3 minuti eravamo fuori. NB: se in aereo vi chiedono che modulo volete ditegli “the green one” cosi’ vi daranno quello per l’ingresso senza visto (Visa Wainer credo si chiami). Presi i bagagli li abbiamo riconsegnati al trasferimento senza dover rifare il check-in (che la delta ci aveva fatto gia’ a Venezia). Cosi’ con 2 ore libere abbiamo deciso di mangiare qualcosa (visto che sul volo successivo non era previsto cibo). E quale migliore occasione per cominciare da vero americano? McDonald! Beh, due considerazioni: sempre di McDonald si tratta ma questi sono hamburger veri (infatti alla Lisa non piacevano perche’ sapevano di carne!); in secondo luogo qui LARGE e’ moolto piu’ LARGE che in italia! La coca-cola superava il litro….
Cmq. Il volo dell’America Airlines era situato su un terminal ben piu’ vecchio di quello della Delta (ed anche l’aereo). Il volo era in ritardo e cosi’ siamo partiti un’ora dopo il previsto. Questo secondo volo (da 5h e 30m) e’ stato decisamente piu’ pesante (complice forse il buio che pero’ ci ha reso uno spettacolare decollo da una NY che sembrava un’albero di natale immenso). Alla fine pero’ siamo arrivati e siamo andati a casa degli zii. Non ho dormito molto ma spero di aver quantomeno compensato il fuso.
Prime osservazioni: qui bisogna moltiplicare tutto per 2. Il pane da tost, le confezioni di latte e marmellate, il frigo, il letto, la temperatura delle stanze…
NB: qui c’e’ la neve! Ha nevicato due sere fa. Sembra incredibile, qui nevica si e no un cm l’anno (almeno cosi’ dicono gli zii) e sono caduti 20 cm di neve nell’inverso piu’ caldo degli ultimi secoli….

3 Responses to Un giorno dopo, 10000 km piu’ in la’, un nuovo mondo

  1. Massi scrive:

    NO COMMENT SUL Mc!!!!😦
    Bravi..bravi… vacci piano con il LARGEEE!!!😉

    Son contento che il volo sia filato liscio liscio…
    ed ora in marcia!

  2. profmau scrive:

    Che figata…è bello sentirvi anche se così lontani…sembra di avere un piede negli USA anche a me. VIVETE FORTE! buon divertimento! Aspetto la prossima news…ah grazie per la moderazione su the wall of sound michi…ci mancherai! (attento alla panza…con affetto!)

  3. markus14 scrive:

    Grazie di avermi moderato eh!😉
    A parte gli scherzi, tutto bene fino a questo momento allora?
    Salutatemi quelle terre così mitiche e lontane…un abbraccio a te e Lisa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: