Cambio sito!

Attenzione attenzione: mi sono spostato su www.jpegcorner.com !

Buona Pasqua!

Easter eggs
by Torsten

Buona Pasqua (e pasquetta) a tutti!

Lesivo della Costituzione

Oggi, il sottosegretario (nonché ex-ministro) Giovanardi ha reso delle dichiarazioni a mio avviso sconcertanti. In pratica ha detto che la pubblicità dell’IKEA che vedete qui sopra è lesiva della costituzione in quanto usa un termine (famiglia) con una accezione in contrasto con quanto dichiara la nostra carta costituzionale. Ora, al di là del fatto che mi risulta che nel nostro paese ci sia ancora, ma forse per poco a quanto pare, libertà di pensiero e di espressione, quello che mi fa ridere è che non mi pare minimamente che l’immagine sia in polemica con la nostra costituzione. No dico, ma l’ha vista o gliel’hanno raccontata e l’ha capita male? E poi ci si domanda perchè succede quel che succede in Italia.

Inoltre, se proprio vogliamo metterla sul verosimile, se questo è lesivo della costituzione mi pare che l’accezione di Stato che hanno il nostro presidente del consiglio ed alcuni suoi ministri (specie quelli che espongono drappi verdognoli) sia ben più lesivo.

Neppur si muove

Libye 2011 - Aéroport de Sebha
by Bertrand Pleutin

Sinceramente sono un po’ perplesso per quel che sta accadendo in Libia. La rivolta in atto è del tutto simile a quelle già avvenute in Tunisia ed Egitto e a quelle che avverranno probabilmente anche in altri paesi del nord-africa-medio-oriente se anche questa dovrebbe concludersi positivamente. Con una differenza: in questo caso l’esercito non si è schierato con il popolo, o quantomeno non interamente. Un’altra differenza è che il dittatore del caso non solo non ha intenzione di farsi da parte, ma ha investito l’ingente patrimonio che ha messo via in questi anni (ma credo anche il patrimonio del paese stesso) per pagare milizie di mercenari che a quanto pare stanno facendo la vera differenza. Leggi il resto dell’articolo

Upgrade Samba su Snow Leopard

Me & My Mac
by Martin Gommel

Dopo una lunga e sofferta serie di tentativi sono finalmente riuscito nell’intento e quindi è meglio che lo condivido, così nel caso mi dovesse ri-servire almeno so dove trovarlo! Il problema è il seguente: a casa ho un WD TV Live media center che ha sempre lavorato egregiamente. Da qualche tempo però lamentavo dei problemi sulla lettura delle cartelle condivise dal mio iMac. Anzi, non vedevo praticamente più l’iMac! Cerca e porcheggia in giro finchè non trovo la causa: ho fatto un paio di aggiornamenti del firmware e a quanto pare gli ultimi firmware utilizzano delle funzionalità di samba non più compatibili con la versione montata da Apple. Che strano, mi dico, e così controllo: Apple monta la versione di samba 3.0.28 ovvero piuttosto vecchiotta. Che a quanto pare, oltre a non andare con il mio media center, non va neppure con Windows 7. Il motivo lo leggo sul forum di supporto di Apple: dalla versione 3.2.x samba è passato alla licenza GPLv3 che è molto più restrittiva della GPLv2. E quindi Apple si è fermata con gli aggiornamenti. Leggi il resto dell’articolo

Instagram

Instagram

 

Da qualche tempo (circa un paio di settimane) ho trovato questo interessante social network, chiamato instagram. Si tratta di una sorta di twitter per immagini, disponibile unicamente per dispositivi mobile (per ora iPhone, ma ho letto di un’uscita per Android prevista per l’estate). In pratica inquadri, scatti, applichi (se vuoi) uno dei filtri disponibili (circa una dozzina), aggiungi un’eventuale didascalia e poi carichi la foto condividendola con i principali social network. Semplice ed intuitivo ai limiti della banalità, questo servizio sembra trasportare su digitale il concetto della polaroid (che ricorda anche nel formato quadrato delle foto che vengono caricate): inquadrare e scattare più per cogliere l’attimo che per costruzione.

Leggi il resto dell’articolo

Lavoro

Lucio non indossa mai i guanti

by ro_buk

Il tema del lavoro in questi giorni è più forte che mai. Oggi infatti è stato ufficializzato il risultato del referendum a Mirafiori, che porterà, data la vittoria dei sì, ad un nuovo investimento Fiat in Italia in cambio di regole di lavoro diverse da quelle precedenti. In realtà non voglio parlare di questo contratto, nè specificatamente della Fiat. Per inciso io sto dalla parte di Marchionne, nonostante il mio orientamento politico sia ben diverso da quello dell’Alt(r)o suo sostenitore. Ma in fin dei conti di quello che penso io di Marchionne può veramente importare a pochi. Leggi il resto dell’articolo

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.